Al via il cashback di Natale. Ecco come partecipare e abilitare il Pos

app io

Sta per partire la fase sperimentale del programma cashback, dall’8 dicembre fino al 31 dicembre, con almeno 10 acquisti effettuati con  carte di credito, carte di debito, bancomat e Satispay sarà possibile ottenere un rimborso del 10% fino a un massimo di 150 euro  che sarà poi accreditato nei primi mesi del 2021 (presumibilmente a febbario) .

Al fine di ottenere l’accredito di una parte del denaro speso per le transazioni elettroniche sarà quindi  necessario porre in essere un numero di acquisti minimo  (almeno 10 operazioni indipendentemente dall’importo) con un limite massimo di spesa di 1.500 euro  (pertanto il beneficio non potrà mai superare i 150 euro)

A CHI E’ RISERVATO IL BENEFICIO?

Il beneficio è riservato alle persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che utilizzano come mezzo di pagamento gli strumenti elettronici al di fuori dell’esercizio di impresa, arti o professioni (quindi per consumi personali).

COSA DEVE FARE IL CONSUMATORE?

Per partecipare all’iniziativa il consumatore dovrà scaricare l’app IO e registrarsi o utilizzando il proprio SPID o attraverso la carta di identità elettronica . In fase di registrazione, oltre al proprio codice fiscale, l’utente dovrà indicare gli strumenti di pagamento elettronici che utilizzerà per gli acquisti e anche l’iban su cui verrà accreditato il caschback .

A dicembre sarà possibile inserire sull’APP IO solo carte di credito , di debito, carte Pagobancomat, molto probabilmente in un secondo momento , a partire da Gennaio, sarà possibile inserire anche account bancomat pay, apple pay, google pay ecc.

All’atto della spesa non serve comunicare o mostrare nulla al negoziante : una volta effettuato il pagamento le informazioni saranno gestite in automatico  da PagoPa, la piattaforma della pubblica amministrazione

QUALI TIPOLOGIE DI SPESE SONO AMMESSE?

Il cashback riguarderà indistintamente qualsiasi tipologia di spesa pagata in modalità elettronica (di beni e servizi), mentre restano escluse quelle fatte online.

COSA DEVE FARE L’ESERCENTE?

Gli esercenti che accetteranno gli strumenti  elettronici di pagamento  tramite i POS non dovranno effettuare alcun ulteriore passaggio né aderire al piano. La gestione  delle transazioni è affidata direttamente alle società che gestiscono e forniscono i POS ai negozianti. Si consiglia di contattare la propria banca per  capire se il pos è abilitato a trasmettere tali dati.