Assemblea Ebct: «Il settore tiene. Preoccupazione per le imprese del terziario e del turismo»

assemblea Ebct

Si è tenuta a Firenze, presso le “Serre Torrigiani”, l’assemblea annuale di EBCT – Ente Bilaterale del Commercio e del Turismo della Toscana, il Presidente Roberto Maestrini ha illustrato i dati di bilancio del 2020 evidenziando una sostanziale tenuta del settore Commercio/Servizi nel quale vi sono stati comparti merceologici più colpiti dalla pandemia come, ad esempio, l’abbigliamento ed altri invece che hanno avuto andamenti positivi (informativa ed alimentari), nel settore del Turismo si è registrata purtroppo una forte contrazione generalizzata senza distinzione di comparti.

“Stiamo vivendo con grande preoccupazione la situazione che lavoratori ed imprese del terziario e del turismo stanno subendo in questo momento in Toscana e nel resto del paese, una emergenza sanitaria inimmaginabile, che al momento non si è definitivamente esaurita ed una crisi economica dai risvolti ancora non quantificabili” con queste parole il Presidente EBCT Roberto Maestrini apre l’informativa sulle attività svolte dall’ente bilaterale regionale.

“In questo anno così complesso EBCT ha messo in campo un progetto straordinario finanziato con risorse mai stanziate in precedenza, una prima tranche di 350.000 euro deliberata nell’immediatezza dell’arrivo della pandemia dal Consiglio Direttivo EBCT composto dai rappresentanti di Confesercenti, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs della Toscana integrata, in corso d’opera, dal contributo di 90.000 euro ricevuti dal sistema bilaterale nazionale e da un ulteriore stanziamento EBCT di 100.000 euro a copertura di tutte le domande pervenute sul progetto “Welfare 2020 Covid-19” composto da quattro capitoli di spesa:

• il “Contributo integrativo FIS/CIGD/CIGO – Covid19” a favore dei dipendenti messi in cassa integrazione/Fis nel 2020 a causa del Covid-19”

• il contributo per le imprese a parziale copertura delle spese effettuate per l’acquisto di DPI (mascherine, gel igienizzanti, guanti monouso, termometri, divisori in plexiglass) e per le sanificazioni dei locali e degli impianti

• il contributo per le imprese a parziale copertura dei costi sostenuti per la predisposizione del Protocollo anti-contagio e per l’adeguamento del DVR

• il “Bonus libri scolastici” con un contributo del 50% dei costi sostenuti per l’acquisto di libri di testo per i  figli dei dipendenti

Da tutta la Toscana sono pervenute numerose domande presentate da 510 aziende che hanno coinvolto oltre 2.200 lavoratori, un risultato importante che riflette la situazione di disagio del turismo e terziario nel nostro territorio, un grande lavoro della struttura dell’ente che è riuscita in tempi molto brevi a controllare ed erogare tutte le pratiche pervenute.

Questa operazione straordinaria ha avuto la precedenza su tutto, mettendo gli altri progetti in secondo piano per motivi di emergenza; da gennaio di quest’anno abbiamo però riattivato gli Organismi Paritetici Territoriali che offrono il servizio RLST con il lavoro sul campo dei rappresentanti territoriali dei lavoratori per la sicurezza.

È in fase di “accensione” anche TOSCANA JOBS, il nuovo portale costruito per favorire l’incontro fra domande ed offerta di lavoro nell’auspicio che si possa tornare a parlare più di occupazione e meno di pandemia e terapie intensive.

Ottimi anche i numeri della formazione finanziata che, tenuto conto delle numerose limitazioni imposte dalle norme emergenziali, hanno mantenuto elevati standard quantitativi e qualitativi: 1.116 lavoratori formati con un investimento complessivo di oltre 140.000 euro in tutta la regione.”