Contributi per ristoranti, gelaterie, discoteche e sale da ballo: ecco tutti coloro a cui spetta

Barman pouring hard spirit into glasses

GROSSETO – La Regione Toscana, al fine di contenere e contrastare l’emergenza epidemiologica COVID -19 ha previsto un indennizzo di 2.500 euro a favore delle attività di ristorazione e somministrazione (sono comprese anche le gelaterie e le pasticcerie) e del settore del “divertimento “ (discoteche, sale da ballo e simili) duramente colpite dalla crisi a causa della pandemia.

Il contributo sarà rivolto alle attività aventi i seguenti codici Ateco, aventi la sede nel territorio della Regione Toscana:

  • 56 –Attività dei servizi di Ristorazione
  • 93.29.10 – Discoteche sale da ballo e simili

Il contributo a fondo perduto , nella misura di 2.500,00 euro , per ciascun beneficiario , spetta a condizione che:

  • L’ammontare del fatturato e dei corrispettivi nel periodo compreso tra il 1° Gennaio 2020 e il 30 Novembre 2020 sia inferiore di almeno il 40% rispetto all’ammontare del fatturato e dei corrispettivi realizzati nello stesso periodo del 2019 ( 01/01/2019 -30/11/2019)
  • Per le imprese costituite durante l’anno 2019 la verifica del calo del fatturato si effettuerà confrontando i mesi di operatività del 2019 con gli stessi mesi del 2020;
  • Per le imprese costituite nel corso del 2020 , il contributo spettante verrà riproporzionato  rispetto agli effettivi mesi di operatività

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande  potranno essere saranno presentate sul Portale di Sviluppo Toscana Spa a partire dalle ore 9:00 dell’11 Gennaio 2021 e terminerà alle ore 17:00 del 25 Gennaio 2021.

ISTRUTTORIA DELLA DOMANDA

L’istruttoria della domanda partirà dal giorno successivo alla data di chiusura del Bando da Sviluppo Toscana SpA, verrà stilata una graduatoria delle domande ammesse in funzione della percentuale di calo di fatturato subita e con ordinamento decrescente . Le imprese costituite nel corso del 2020 saranno posizionate di default tutte al primo posto nella graduatoria.

Le aziende che presentano la domanda per il contributo dovranno avere la regolarità contributiva.

EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

Il contributo sarà corrisposto in un’unica soluzione mediante accredito sul conto corrente bancario o postale intestato al soggetto beneficiario