Credito fiscale per le librerie. SIL incontra la Direzione Generale Biblioteche

bonuscultura

Il 13 Giugno, la Presidente SIL Cristina Giussani accompagnata dal Coordinatore Nazionale Ermanno Anselmi, è stata ricevuta dal Dott. Nicola Macrì presso la Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali a cui è stata affidata la gestione del credito fiscale per le librerie sulla base del Decreto Ministeriale relativo.

Lo staff della Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali ha esposto in anteprima il funzionamento del portale dedicato, nel quale gli esercenti dovranno registrarsi e inserire tutti i dati atti a permettere il calcolo del credito fiscale a cui si avrà diritto.

Nel portale verrà pubblicata una pagina di linee guida all’interno della quale verranno elencati i documenti e le informazioni necessarie, in modo da poterle chiedere preventivamente ai vari servizi contabili, fiscali, consulenti del lavoro ecc, e procedere all’inserimento di tutte le informazioni in un’unica soluzione. Sarà tuttavia sempre possibile inserire delle correzioni e delle modifiche fino allo scadere del termine.

Il portale sarò collegato al sistema di InfoCamere, per un controllo incrociato dei dati, e sarà necessario essere attrezzati per la firma digitale. Il sistema messo in opera dal Ministero è semplice e soprattutto molto intuitivo e si procede passo passo nella compilazione.

Ci sarà tempo fino al 30 settembre per registrarsi e compilare tutti i moduli. Poi la Direzione Generale Biblioteche invierà tutte le richieste al Mise per la valutazione finale.

I fondi verranno elargiti fino ad esaurimento andando per ordine come indicato nel DM: la priorità verrà data alle librerie che il 30 settembre risultano sole nel proprio territorio, poi alle librerie che fatturano meno di 300.000 €, e via così per gli scaglioni successivi. Le librerie che rientrano nel sistema del franchising avranno una riduzione del 5% rispetto alle librerie indipendenti; le librerie (singoli punti vendita) che hanno nella compagine societaria un editore avranno una riduzione del 25%. Per tutte queste librerie il credito massimo sarà di 20.000 € (al lordo delle riduzioni sopraindicate).
Per le librerie di catena il credito massimo sarà di 10.000 € per punto vendita, ma con un tetto massimo globale.

E’ previsto che il portale venga messo in linea a breve e che alcune librerie faranno da test.

L’incontro è stato utile anche per “affinare” alcuni dettagli della procedura che in questo modo sarà ancor più adatta alle esigenze dei librai.

Leggi il decreto interministeriale