Edicole: arrotondamenti dei prezzi

edicola

Constatato che la tendenza degli editori, nella politica dei prezzi di copertina, è quella di fissare il prezzo ad in centesimo sotto l’euro, informiamo che è possibile arrotondare gli stessi prezzi all’euro superiore (es 2.00 invece di 1.99)

Infatti il D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito in legge 21 giugno 2017, n. 96, all’art. 13-quater, ha stabilito che, a decorrere dal 1° gennaio 2018, è sospeso il conio da parte del nostro Paese di monete metalliche di valore unitario pari a un centesimo e a due centesimi di euro anche se le monete in circolazione aventi il predetto valore rimangono in corso legale.

Ciò vuol dire che, al momento del pagamento finale da parte di un cliente che abbia acquistato uno o più prodotti ed intenda pagarli in contanti, qualora lo stesso pagamento preveda un resto l’importo andrà arrotondato, per eccesso o difetto, al multiplo di cinque centesimi più vicino, ovvero:

– 1 e 2 centesimi: a zero centesimi;

– 3 e 4 centesimi: a cinque centesimi;

– 6 e 7 centesimi: a cinque centesimi;

– 8 e 9 centesimi: a dieci centesimi

Dunque, ad esempio, se l’importo complessivo da pagare fosse pari ad euro 1,99 lo stesso sarà arrotondato ad euro 2,00; se fosse pari a 3,49 andrà arrotondato a 3.50; se fosse 3,22 andrà arrotondato a 3.20 ecc