Edicole: contributo una tantum vendita al dettaglio di giornali e riviste

edicola

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.240 del 28/09/2020 il decreto del  Presidente del Consiglio dei ministri del 3 agosto, tale decreto  prevede l’erogazione di un contributo una tantum fino a 500 euro per le persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi ( CODICE ATECO 47.62.10)  per la rivendita dei giornali e delle riviste .

Tale contributo è stato previsto a titolo di sostegno economico  per gli oneri straordinari sostenuti per lo svolgimento dell’attività durante l’emergenza sanitaria COVID-19.

Le domande dovranno essere presentate dal 01/10/2020 al 31/10/2020  telematicamente  utilizzando il portale “impresainungiorno” al dipartimento per l’informazione e l’editoria della presidenza del Consiglio dei Ministri .

AMBITO SOGGETTIVO:

Possono beneficiare del contributo una tantum fino a 500 euro le persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste, non titolari di redditi da lavoro dipendente o pensione, a titolo di sostegno economico per gli oneri straordinari sostenuti per lo svolgimento dell’attività durante l’emergenza sanitaria connessa alla diffusione del COVID-19.

REQUISITI :

Per essere ammessi al beneficio è dunque necessario possedere i seguenti requisiti:

 – esercitare l’attività di rivendita esclusiva di giornali e riviste, con l’indicazione nel registro delle imprese del codice di classificazione ATECO 47.62.10, quale codice di attività primario;

– avere sede legale in uno Stato dell’Unione europea o nello Spazio economico europeo.;

 – l’esercizio dell’attività da parte di una persona fisica in forma di impresa individuale, ovvero da persona fisica quale socio titolare dell’attività nell’ambito di società di persone;

 – non essere titolare di redditi da lavoro dipendente o redditi da pensione.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

I soggetti che intendono accedere al contributo devono presentare apposita domanda, per via telematica, al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso la procedura disponibile nell’area riservata del portale www.impresainungiorno.gov.it.

Il termine per l’invio della domanda telematica è fissato nel periodo compreso tra il 1° ed il 30 ottobre 2020.

Successivamente il Dipartimento formerà l’elenco dei soggetti ai quali è riconosciuto il contributo, con l’importo a ciascuno spettante, nel limite massimo di 500 euro.

Qualora il totale dei contributi richiesti risulti superiore alle risorse disponibili, si procederà  al riparto proporzionale tra tutti i soggetti aventi diritto. Il contributo non concorrerà alla formazione del reddito imponibile.