Esonero contributivo Inps: anno bianco

inps

GROSSETO – La legge di bilancio 2021 ha previsto l’esonero parziale dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti iscritti alle Gestioni INPS e alle Casse previdenziali professionali autonome.

L’esonero riguarda i contributi previdenziali di competenza del 2021 a titolo di contribuzione minima  fissa, e NON anche per quelli eccedenti il minimale .

A pena de decadenza la domanda di presentazione per la richiesta dell’esonero parziale dovrà essere effettuata entro il 30 Settembre 2021 (l’inps ha aperto il canale telematico di presentazione delle domande il 25 agosto),   mentre per gli scritti alle casse private (ENPALC, CNPADC, INARCASSA, CASSA FORENSE, ENPAM , CIPAG,EPPI) le domande dovranno pervenire entro il 31.10.2021.

Si tratta di un esonero parziale dei contributi previdenziali 2021 nel limite massimo individuale di € 3.000,00.

L’esonero deve essere richiesto a un solo ente previdenziale e per una sola forma di previdenza obbligatoria ( NEL CASO DI UN SOGGETTO ISCRITTO CONTEMPORANEAMENTE A DUE CASSE) .

La domanda dovrà  essere presentata utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per gli Intermediari nel sito internet dell’INPS, o dai canali telematici messi a disposizione dalle casse previste

PER MAGGIORI DETTAGLI:

REQUISITI RICHIESTI

Al fine di usufruire dell’agevolazione è richiesta la sussistenza delle seguenti  condizioni:

• riduzione del fatturato 2020 non inferiore al 33% rispetto al fatturato realizzato nel  2019;

• Il  Reddito 2019, derivante dall’attività che comporta l’iscrizione alla gestione,  non deve essere  superiore a € 50.000,00 euro;

• È necessario essere in regola con il versamento della contribuzione previdenziale obbligatoria , ai fini della concessione dell’esonero , la regolarità contributiva è verificata d’ufficio dagli enti concedenti a decorrere dall’01/11/2021.

SOGGETTI ESCLUSI:

Il beneficio in esame non spetta qualora per il periodo di esonero (2021 )  il soggetto interessato risulti titolare:

• di un rapporto di lavoro subordinato, ad esclusione dei contratti di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità di cui all’art. 13, comma 4, D.Lgs. n. 81/2015;

• di pensione diretta, diversa dall’assegno di invalidità di cui all’art. 1, Legge n. 222/84 o qualsiasi altro emolumento corrisposto ad integrazione del reddito a titolo di invalidità.

NOTA BENE, SONO ESCLUSI ANCHE I SOGGETTI CHE: 

• Si sono iscritti nella rispettiva cassa di appartenenza  nel  corso del 2021, in quanto per gli stessi soggetti  non sussiste l’esigenza di ristorare le perdite subìte nel 2020 rispetto al 2019;

– e ai  soggetti iscritti PRIMA del 2020, privi  però di reddito / fatturato 2019, non essendo possibile determinare il calo del fatturato .

Mentre l’esonero spetta:

Per i soggetti che hanno iniziato l’attività nel 2020, anche in assenza dei predetti requisiti (sopra elencati ) e per i soggetti cancellati nel 2020, tenuti a versare i contributi di competenza 2021;

CONTRIBUTI GIA’ VERSATI

Gli eventuali contributi (esonerabili) già versati potranno essere richiesti in compensazione/rimborso  qualora l’importo dell’agevolazione spettante sia eccedente rispetto alla contribuzione non ancora versata ( con riguardo ai contributi INPS la domanda di compensazione/rimborso va presentata entro il 30/11/2021) .

LINK  Circolare inps 6 agosto 2021 , n 124: https://servizi2.inps.it/servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?tipologia=circmess&idunivoco=11841