Etichettatura alimenti: obbligo indicazione del luogo di provenienza della carne suina trasformata

etichetta

Il Decreto 6 agosto 2020, pubblicato nella GU n. 230 del 16 settembre 2020 ha reso obbligatoria l’indicazione in etichetta del luogo di provenienza delle carni suine trasformate come i salami od i prosciutti.

 Il provvedimento sarà valido in via sperimentale fino al 31 dicembre 2021 e non si applica ai prodotti IGP.

 Le etichette dei prodotti trasformati a base di carni suine devono ora contenere queste indicazioni:

  • “Paese di nascita”: nome del Paese di nascita degli animali;
  • Paese di allevamento”: nome del paese dove sono stati allevati gli animali;
  • “Paese di macellazione”: nome del paese in cui sono stati macellati gli animali.

Quando la carne proviene da suini nati, allevati e macellati nello stesso paese, l’indicazione di origine può apparire nella forma: «Origine: (nome del paese)».

La dicitura «100% italiano» è utilizzabile solo quando la carne proviene da suini nati, allevati, macellati e trasformati in Italia.

Quando la carne proviene da suini nati, allevati e macellati in uno o più Stati   membri   dell’Unione europea, l’indicazione dell’origine può apparire nella forma: «Origine: UE».

Quando la carne proviene da suini nati, allevati e macellati in uno o più Stati non membri dell’Unione europea, l’indicazione dell’origine può apparire nella forma: «Origine: extra UE».

Se l’indicazione dell’origine si riferisce a più di uno Stato, il riferimento al nome del paese può essere, a seconda dei casi, sostituito dai termini «UE», «extra Ue» o «UE o extra UE».

Per le violazioni delle disposizioni relative all’indicazione obbligatoria della provenienza sono applicate le sanzioni previste dal decreto legislativo n. 231/2017.

I prodotti immessi sul mercato o etichettati prima del 5 ottobre 2020 (data di entrata in vigore del Decreto) che non soddisfano i nuovi requisiti di etichettatura possono essere commercializzati fino ad esaurimento delle scorte o, comunque, entro il termine di conservazione previsto in etichetta.

Per leggere il testo integrale del decreto clicca qui

Per chiarimenti è possibile contattare l’Ufficio Ambiente & Sicurezza

Dr.ssa Chiara Paradisi

0564 438805

351 6305074

chiaraparadisi@confesercenti.gr.it