Obbligo scontrino elettronico e certificazione dei processi: i tempi

servizifinanziari

Obbligo scontrino elettronico: la data in cui viene introdotto coincide con il termine ultimo per la certificazione dei processi, ovvero delle procedure e dei mezzi. Istruzioni e scadenze nella consulenza giuridica numero 13 del 2019 dell’Agenzia delle Entrate.

Per coloro che coloro che effettuano le operazioni previste dall’articolo 22 del decreto IVA l’obbligo di memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai corrispettivi giornalieri è a un passo dall’introduzione.

Lo scontrino elettronico deve essere adottato secondo le seguenti date stabilite:

  • dal 1° luglio 2019, per i soggetti con un volume d’affari superiore a 400.000 euro
  • dal 1° gennaio 2020 per tutti gli altri.

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che entro le stesse date è necessario procedere alla certificazione dei processi.

Obbligo scontrino elettronico e certificazione dei processi: le scadenze

Il chiarimento viene fornito dall’Agenzia delle Entrate nella risposta numero 13 del 20 marzo 2019 a una richiesta di consulenza giuridica di un’azienda che chiede delucidazioni sulle scadenze da rispettare per certificare mezzi e procedure da adottare con l’obbligo di scontrino elettronico.

Nel documento si fa un passo indietro e si specifica che l’articolo 1, nei commi da 429 a 432, della legge numero 311 del 30 dicembre 2004, consentiva, alle imprese operanti nel settore della grande distribuzione, di optare per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate, distintamente per ciascun punto vendita, dell’ammontare complessivo dei corrispettivi giornalieri delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi.