Ordinanza Ministero della Salute del 1 Agosto

logo_ministero_1250

Il Ministero della Salute ha emanato l’ Ordinanza del 1 Agosto con la quale viene prorogato l’obbligo della mascherina in luoghi chiusi ed aperti al pubblico ed il distanziamento sociale di  almeno 1 metro fino all’adozione di un’ulteriore Decreto del Presidente del Consiglio  dei Ministri e comunque non oltre il 15 agosto.

Di seguito il contenuto principale dell’Ordinanza:

Art. 1

Misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria

  1. Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, e’ fatto obbligo sull’intero territorio nazionale  di  usare  protezioni delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso accessibili al  pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in  cui non sia possibile garantire continuativamente il  mantenimento  della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al  di sotto dei sei anni, nonche’ i soggetti con forme di  disabilita’  non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.
  1. E’  fatto  obbligo  di  mantenere  una  distanza  di  sicurezza interpersonale di almeno un metro,  fatte  salve  le  eccezioni  gia’ previste  e  validate  dal  Comitato   tecnico-scientifico   di   cui all’articolo 2 dell’ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630, del  Capo  del Dipartimento della protezione civile.
  1. Le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 sono comunque  derogabili esclusivamente    con    Protocolli     validati     dal     Comitato tecnico-scientifico di cui all’articolo 2 dell’ordinanza  3  febbraio 2020, n. 630, del Capo del Dipartimento della protezione civile.

Art. 2 Disposizioni finali

  1. Alle disposizioni di cui alla  presente  ordinanza  si  applica quanto previsto dall’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo  2020,  n. 19, convertito con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.
  1. La presente ordinanza produce effetti dalla  data  di  adozione della  stessa  sino  all’adozione  di  un  successivo   decreto   del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1,  del  decreto-legge  25  marzo  2020,  n.   19,   convertito   con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, e comunque non oltre il 15 agosto 2020.

SCARICA IL TESTO COMPLETO