Protocollo anti-contagio. Le nuove regole per la compilazione ed invio

regione-toscana

La Delibera della Giunta Regionale Toscana n.595 dell’ 11 Maggio 2020 è intervenuta con significative modifiche su quanto precedentemente stabilito in materia di compilazione e invio del “protocollo anti contagio”.

La Delibera in particolare prevede l’invio del protocollo, oltre alla modalità on line precedentemente prevista dall’ Ordinanza n. 48 del 3 Maggio 2020, anche  tramite e-mail all’indirizzo protocolloanticontagio@regione.toscana.it : in tal caso alla mail dovrà essere allegato, oltre al protocollo, la copia del documento di identità in corso di validità del firmatario del protocollo; farà fede per la dimostrazione dell’avvenuta trasmissione, la copia della mail di trasmissione.

In questo caso i moduli da utilizzare per l’invio sono i seguenti:

Per chi scegliesse la modalità online ricordiamo che la stessa va sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari. In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente a video, durante la compilazione, con contenuti uguali a quelli riportati negli allegati alla delibera.

La Delibera dispone inoltre la proroga dal 18 al 31 maggio dell’invio per tutte le attività aperte alla data del 18 Aprile che ancora non hanno provveduto a detta procedura e l’estensione a tutte le imprese dell’obbligo di invio.

La Regione Toscana ha, quindi, accolto la richiesta di semplificazione avanzata da Confesercenti di concerto con le altre Associazioni di categoria ed ha, contemporaneamente, chiarito ogni dubbio sui soggetti obbligati alla compilazione del protocollo estendendolo a tutte le imprese.

Per  le aziende che non hanno mai sospeso l’attività o che in seguito ai successivi Decreti ed Ordinanza della Regione Toscana del 18 APRILE hanno riaperto l’attività in tale data, dunque, rimane l’obbligo di invio della comunicazione in Regione dell’adozione delle procedure anticontagio. Si precisa però che la SCADENZA è stata spostata al 31 MAGGIO.

Per le attività che riapriranno dal 18 MAGGIO in poi, la SCADENZA per l’invio della suindicata comunicazione è ENTRO 30 GIORNI DALLA RIAPERTURA.

Per ogni ulteriore informazione i nostri uffici sono a disposizione ai seguenti numeri:

0564/438805 – D.ssa Chiara Paradisi

0564/438839 – D.ssa Giulia Bellini

Vediamo per dovere di completezza una sintesi delle disposizioni già previste per i protocolli anticontagio dall’Ordinanza n.48 del 3 Maggio:

Guanti e mascherine sui mezzi pubblici

Trasporti: obbligo di guanti monouso e mascherine sui mezzi pubblici e pulizia delle mani prima e dopo l’utilizzo. Consigliato dove possibile l’uso di bicicletta e mezzi elettrici. Raccomandata la mascherina nell’auto propria se con due persone a bordo.

Distanza di sicurezza

La distanza interpersonale minima nei luoghi di lavoro è di un metro (la Regione Toscana consiglia almeno un metro e ottanta centimetri). Se questa distanza non può essere garantita e non siano possibili altre soluzioni organizzative è comunque necessario l’uso delle mascherine e altri dispositivi di protezione (guanti, occhiali, tute, cuffie, camici, ecc.) conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie.

Mascherine sul luogo di lavoro

E’ comunque sempre obbligatorio l’uso della mascherina chirurgica negli ambienti di lavoro, sia in spazi chiusi in presenza di più persone che in spazi aperti, quando, in presenza di più persone, non è garantito il mantenimento della distanza interpersonale di un metro.

 

Con la febbre si resta a casa

Chi ha febbre o altri sintomi influenzali, suggestivi di Covid-19, deve restare a casa: il datore di lavoro può misurare la temperatura ai dipendenti all’ingresso oppure raccogliere una loro dichiarazione.

Lavarsi spesso le mani

La frequente e minuziosa pulizia delle mani è raccomandata frequentemente e non solo a inizio turno: per questo devono essere installati idonei dispenser di gel sanificante per le mani a disposizione dei lavoratori. Ove compatibile o richiesto dalle attività, utilizzare guanti monouso.

Sanificazione una volta al giorno

Gli ambienti devono essere sanificati almeno una volta al giorno, pulendo con candeggina o altri prodotti simili porte, maniglie, tavoli e servizi igienici. Deve essere assicurata anche una adeguata ventilazione dei locali.

Il registro delle sanificazioni

Il datore di lavoro deve mantenere un registro, cartaceo o informatico, delle sanificazioni effettuate ogni giorno. Il registro è accompagnato da una autodichiarazione.

Ricambio d’aria

Deve essere garantito, per quanto possibile, anche il ricambio di aria e la sanificazione degli impianti di aerazione, che in caso contrario devono rimanere spenti.

Le mense

Dove presente, Il servizio mensa deve essere riorganizzato in modo da garantire in ogni momento la distanza interpersonale di almeno un metro e le sanificazione dei tavoli dopo ogni pasto.

Dove possibile è consigliato il mantenimento della distanza interpersonale di 1,8 metri.

Informazione Lavoratori

Il datore di lavoro, attraverso le modalità più idonee ed efficaci, informa tutti i propri lavoratori circa le presenti disposizioni, consegnando e/o affiggendo all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali, appositi depliants informativi.

Disposizioni specifiche per gli esercizi commerciali

Accessi scaglionati

Prevedere accessi regolamentati e scaglionati dell’utenza, in modo tale che all’interno sia mantenuta di norma la distanza interpersonale di almeno un metro (consigliato 1,8 m.) e l’obbligo di regolamentare l’accesso all’interno in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. Per i locali fino a 40 mq, ove è consentito l’accesso ad una sola persona.

Pannelli Separazione

Sui banchi e alle casse si raccomanda di posizionare pannelli di separazione tra i lavoratori e l’utenza.

Mascherine – Guanti – Gel lavamani

L’ingresso negli esercizi è consentito solo a chi indossa la mascherina protettiva che copra naso e bocca.  E’ obbligatorio sanificare le mani o utilizzare i guanti monouso. Se possibile è preferibile per le mani l’adozione di entrambe le misure. All’ingresso dei negozi sono posizionati dispenser per detergere le mani e/o guanti monouso.

Informazione Clienti

Obbligatorio fornire informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa di entrata e di avvertire la clientela, con idonei cartelli all’ingresso, della necessità del rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro (consigliata 1,8 metri).

 

Nuclei Familiari

Consentire l’ingresso di una sola persona per nucleo familiare, salvo bambini e persone non autosufficienti.

Sanificazione

Nei casi in cui la spesa venga effettuata con carrelli e cestelli, si raccomanda di posizionare presso la zona di prelievo dispenser con liquido disinfettante e carta assorbente a disposizione del cliente per la relativa pulizia.

Mercati all’aperto

Nei mercato all’aperto è fatto obbligo di mantenere di norma la distanza interpersonale di un metro (consigliata 1,8 metri) e di posizionare presso i banchi dispenser con liquido per la sanificazione delle mani e/o guanti monouso.

Protocollo Anti-Contagio

I datori di lavoro hanno l’obbligo di redigere un protocollo di sicurezza anti-contagio che preveda l’impegno all’attuazione delle misure necessarie a garantire la sicurezza e la tutela della salute e dei lavoratori.

Test Sierologici

Al fine di valutare le migliori azioni di prevenzione della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro è possibile su base volontaria effettuare dei test sierologici ai lavoratori con costi a carico del servizio sanitario regionale. Le modalità sono definite dalle specifiche Ordinanze del Presidente della Giunta della Regione Toscana (per ora 23 e 39).

Di seguito un elenco di cartelli informativi utili:

Autocertificazione temperatura corporea

Come lavarsi le mani

Decalogo

Informazione utenza su rispetto distanza

Scheda per la pulizia e sanificazione

Uso della mascherina