Rinvio delle cartelle: le date aggiornate

soldi

E’ stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto-legge  3 del 15 gennaio 2021 “Misure urgenti in materia di accertamento, riscossione, nonche’ adempimenti e versamenti tributari”, che rinvia dal 31 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021 i termini per la notifica degli atti di accertamento, di contestazione, di irrogazione delle sanzioni, di recupero dei crediti di imposta, di liquidazione e di rettifica e liquidazione, nonché degli altri atti tributari elencati dall’articolo 157 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34.

Sempre al 31 gennaio viene fissato:

  •   il termine finale di scadenza dei versamenti, derivanti da cartelle di pagamento già notificate, nonché dagli avvisi esecutivi previsti dalla legge, relativi alle entrate tributarie e non, sospesi dall’articolo 68, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, termine attualmente stabilito al 31 dicembre 2020. Per il versamento effettivo delle cartelle sospese gli interessati hanno dunque tempo fino al 28 febbraio 2021
  • la scadenza della sospensione degli obblighi di accantonamento derivanti dai pignoramenti presso terzi effettuati dall’agente della riscossione e dagli altri soggetti titolati

I termini per la notifica di ulteriori cartelle di pagamento del 2020 da parte dell’Agenzia delle Entrate slittano invece al 31 dicembre 2022.

Si consiglia la consultazione del testo. Per info ulteriori contattare la Confesercenti.