SIAE: riduzione compensi in relazione a emergenza Covid

siae_official_logo

RIDUZIONI DISPOSTE DALLA SIAE SUI COMPENSI PER MUSICA D’AMBIENTE

La SIAE, preso atto delle richieste pervenute dal mondo associativo di riduzione degli abbonamenti di musica d’ambiente motivati dal lockdown, e più in generale della crisi scaturita dall’emergenza sanitaria, a seguito della riapertura delle attività produttive, che ha consentito all’Ente di avere un quadro più definito della situazione e di adottare iniziative a favore degli utilizzatori che corrispondono il compenso per musica d’ambiente e per altre tipologie di abbonamento che riguardano l’utilizzazione della musica a sostegno di corsi, ha previsto una serie di riduzioni.

Abbonamenti annuali di Musica d’Ambiente e abbonamenti per musica a sostegno di attività sportive e d’insegnamento (palestre, corsi di danza)

È prevista la riduzione del 25% per tutti gli esercizi commerciali e le attività, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari (di piccole e grandi dimensioni) anche se commercializzati insieme ad altre tipologie merceologiche (empori, supermercati, ipermercati, ecc.).


Abbonamenti stagionali di musica d’ambiente

È prevista la riduzione di ½ per ciascuna mensilità interessata per gli abbonamenti attivi nel periodo compreso tra marzo e maggio 2020 (la riduzione non è prevista per i mesi precedenti e successivi al predetto periodo).

Ulteriore riduzione per il comparto turistico ricettivo

È prevista la riduzione del 10% (al netto delle eventuali riduzioni di cui ai precedenti punti) per le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere titolari di un abbonamento annuale o stagionale e per i pubblici esercizi stagionali, inclusi gli stabilimenti balneari.


MODALITA’ DI APPLICAZIONE

Abbonamenti non ancora corrisposti

Considerato che, come già abbiamo comunicato con precedenti circolari, i termini per i pagamenti sono stati prorogati, per tutti coloro che in ragione delle proroghe non avessero provveduto al rinnovo dell’abbonamento SIAE trasmetterà un nuovo MAV con indicazione della nuova data di scadenza (30 giugno per gli abbonamenti annuali e 31 luglio per quelli stagionali) e con il nuovo importo da  corrispondere, al netto delle riduzioni spettanti. Potranno essere utilizzate comunque anche le altre forme di rinnovo: presso gli Uffici territoriali SIAE o mediante il Portale Musica d’Ambiente.


Abbonamenti già pagati

Coloro che avessero già provveduto al pagamento potranno beneficiare della riduzione in occasione del rinnovo dell’abbonamento per l’annualità 2021.
È comunque facoltà dell’esercente chiedere all’Ufficio territoriale SIAE che ha rilasciato il permesso il rimborso dell’importo versato in eccedenza che comprenderà il compenso per diritto d’autore, l’IVA e l’eventuale quota parte degli oneri associativi che SIAE riscuote su mandato dell’Associazione di appartenenza.
L’opzione per il rimborso, per ragioni di economicità, non potrà essere effettuata però nel caso in cui la restituzione riguardi un importo inferiore ai 50 euro complessivi.


RIDUZIONI DISPOSTE DALLA SCF SUI COMPENSI PER I DIRITTI CONNESSI PER MUSICA D’AMBIENTE

SCF, in relazione all’emergenza sanitaria Covid-19, ha deliberato, per tutte le attività oggetto delle disposizioni di sospensione di cui al D.P.C.M. 11 marzo 2020, lo storno della quota di compenso annuo corrispondente al periodo di chiusura forzata.
Sempre
con riferimento alle attività oggetto delle disposizioni di sospensione di cui al D.P.C.M. 11 marzo 2020 si evidenzia che i termini di pagamento sono prorogati al prossimo 30 giugno, mentre resta invece confermata la proroga al 31 luglio p.v. (31 agosto per gli stagionali) del termine di pagamento degli “Abbonamenti Musica d’Ambiente Diritti Connessi” per Pubblici Esercizi, Esercizi Acconciatori ed Estetisti e Strutture Turistico Ricettive che vengono riscossi da SIAE su mandato di SCF; i clienti riceveranno a breve a mezzo PEC i relativi MAV, con gli importi già al netto della riduzione prevista. In caso di mancata ricezione del MAV, il cliente potrà rivolgersi all’ufficio SIAE competente per territorio e provvedere al pagamento allo Sportello.
Inoltre, analogamente a quanto disposto da SIAE per i compensi di Diritto d’Autore, SCF ha disposto l’applicazione di un’
ulteriore riduzione del 10% sui compensi dovuti dalle strutture turistico ricettive (alberghiere ed extra alberghiere) e dai pubblici esercizi stagionali, ivi compresi gli stabilimenti balneari.
Resta inteso che chi dovesse aver già provveduto al pagamento delle fatture beneficerà della riduzione a valere sui compensi di competenza 2021, salvo richiesta di rimborso anticipato. I rimborsi andranno richiesti agli uffici SCF ovvero agli uffici SIAE per le categorie di utilizzatori oggetto di mandato e non potranno, per ragioni di economicità, essere disposti per importi inferiori ad € 50.