Toscana zona rossa: ecco cosa prevede l’ordinanza. Anche per Pasqua

gazzetta_ufficiale

E’ stata pubblicata in Gazzetta ufficiale l’Ordinanza del Ministero della Salute che dispone per la  Toscana l’applicazione dal 29 marzo al 6 aprile delle misure da zona rossa, come disposte dal Dpcm 2 marzo 2021 – Capo V.

LIMITAZIONI ATTIVITA’ ECONOMICHE  IN ZONA ROSSA: RIEPILOGO

• Sospese le attività commerciali al dettaglio,
• Sospesi  indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.
• Consentite le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23, sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali, oltre che lavanderie e tintorie, purché sia consentito l’accesso solo a tali attività e ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi.
• Consentite le attività di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, tabacchi, edicole e librerie
• Sospesi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, di gallerie commerciali, parchi commerciali, aggregazioni di esercizi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, ad eccezione delle attività consentite sopra.
• Sospese le attività di servizi alla persona
• Sospesa la ristorazione, salvo mense e del catering continuativo su base contrattuale
• Consentito l’asporto (alimentare fino alle ore 18) nel rispetto delle norme di prevenzione
• Consentita la consegna a domicilio h. 24 nel rispetto delle norme di prevenzione
• Consentita l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade e lungo gli itinerari europei E45 e E551, negli ospedali e negli aeroporti, nei porti e negli interporti.
• Sospese mostre e servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura (ad eccezione delle biblioteche) teatri, cinema, palestrem piscine, impianti sciistici.

SPOSTAMENTI fino al 2 APRILE e 6 APRILE

non consentiti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria, salvo che siano dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute.

SPOSTAMENTI 3 – 5 APRILE

consentiti tra le 5.00 e le 22.00 all’interno della Regione, fino a un massimo di due persone, che possono portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali esercitino la responsabilità genitoriale) e le persone conviventi disabili o non autosufficienti.

VALIDITA’ DELLE LIMITAZIONI

L’Ordinanza avrà validità dal 29 marzo al 6 aprile.

QUI LE FAQ CON DOMANDE E RISPOSTE DEL GOVERNO