Trasmissione telematica dei corrispettivi: chi , come e quando ?

trasmissione-corrispettivi-registratore-di-cassa

Si avvicina repentinamente l’addio al vecchio scontrino e alla vecchia ricevuta fiscale,   il decreto crescita ( articolo 12-quinquies del Dl n 34/2019)  ha previsto una modifica all’obbligo di trasmissione dei corrispettivi giornalieri.

 

Dal 1° Luglio 2019 i soggetti che trattengono rapporti con i privati ed effettuano operazioni di cui all’articolo 22 D.P.R 633/72 , con un volume d’affari conseguiti nel 2018 superiore a 400.000,00 euro hanno l’obbligo di memorizzare elettronicamente i corrispettivi e di trasmetterli in via telematica all ‘Agenzia delle Entrate ; per tutti gli altri contribuenti tale obbligo si applicherà a decorrere dal 1 ° Gennaio 2020.

 

Profili soggettivi

L’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi si applica nei confronti degli esercenti attività di commercio al minuto e attività  assimilate , di cui all’art. 22 del DPR 633/72, per le quali l’emissione della fattura NON è obbligatoria se non richiesta dal cliente.

 

Il Mef con decreto del 17 Maggio 2019 ha specificato i soggetti, per il momento  esonerati dall’obbligo di emissione dello scontrino elettronico.

Per avere informazioni  più dettagliate in merito si prega di contattare il vostro Consulente Confesercenti di riferimento che sarà a vostra disposizione per chiarire ogni dubbio

 

 

Cosa occorre fare:

 

I commercianti e gli esercenti che effettuano operazioni di “ commercio al minuto e attività assimilate “, per le quali la fattura viene emessa solo a richiesta del cliente dovranno:

 

  • acquistare un nuovo registratore di cassa telematico o adattare quello già in possesso alla memorizzazione e trasmissione dei dati;

 

  • rilasciare al consumatore finale al posto dello scontrino o della ricevuta fiscale un “documento commerciale “ che sarà emesso dal “registratore telematico “ installato;

 

  • memorizzare elettronicamente i dati riguardanti i corrispettivi giornalieri nel registratore telematico;

 

  • inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati entro 12 giorni dall’ effettuazione dell’operazione.

 

 

Esclusione temporanea dal regime sanzionatorio previsto

 

l’Agenzia delle Entrate ha previsto un periodo di moratoria sulle sanzioni per i primi sei mesi dall’entrata in vigore del nuovo obbligo (quindi:  dal 1° Luglio al 31 dicembre 2019 per gli esercenti obbligati alla trasmissione dei corrispettivi dal 1° luglio, e dal 1° gennaio al 30 giugno 2020 per tutti gli altri contribuenti obbligati ).

Solo per questo periodo non saranno applicate le sanzioni previste dalla normativa, qualora la trasmissione telematica del corrispettivo sia effettuata entro e non oltre il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione , fermi restando i termini di liquidazione dell’Iva .

 

Si sottolinea che la moratoria è prevista SOLO per l’invio non anche per la memorizzazione del corrispettivo che rimane obbligatoriamente giornaliera ,  ed è prevista sia per gli esercenti che ancora non hanno acquistato e/o adattato il registratore telematico di cassa sia per coloro che, durante questo periodo transitorio, utilizzano i servizi online messi a disposizione dall’agenzia delle Entrate .

 

Strumenti e opzioni disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate

 

Per i soggetti che, durante i primi sei mesi di vigenza dell’obbligo dell’invio telematico ,  non abbiano ancora la disponibilità di un registratore telematico,  possono assolvere all’obbligo di trasmissione dei corrispettivi avvalendosi dei servizi online messi a disposizione dall’agenzia delle Entrate all’interno dell’area riservata . Le opzioni messe a disposizione dall’Amministrazione finanziaria sono due:

 

  • La web application presente nella sezione “Fatture e corrispettivi “ del sito Dell’Agenzia ;
  • il web service in cooperazione applicativa fruibile attraverso il protocollo HTTPS

 

nella pratica il venditore  potrà continuare ad emettere lo scontrino fiscale con il registratore di cassa e/o  rilasciare la ricevuta fiscale  compilando contestualmente il registrato dei corrispettivi  e,  utilizzare poi , una delle opzioni sopra richiamate per l’invio telematico in autonomia o incaricando il proprio intermediario .

 

Tale possibilità e ammessa ESCLUSIVAMENTE  fino al giorno/momento di attivazione del registratore telematico e, in ogni caso , non oltre il semestre iniziale .

 

L’Agenzia delle entrate ha messo a disposizione anche una procedura web , sempre nell’area  “Fatture e Corrispettivi” denominata “ Documento commerciale online “ per la predisposizione dei documenti di vendita utilizzabile dai soggetti che emettono solo ricevute fiscali e non hanno un registratore di cassa ( la procedura genera in pdf un documento commerciale assegnandogli un codice identificativo univoco).

 

Bonus registratore di cassa : come funziona il credito d’imposta

 

L’Agenzia delle Entrate ha previsto un bonus del 50% sul prezzo di acquisto ,  per chi acquista un nuovo registratore di cassa o adatti quello che ha in possesso per la trasmissione telematica dei corrispettivi.

 

Lo sconto non sarà applicato direttamente dal rivenditore ma sarà riconosciuto al commerciante come credito d’imposta , da utilizzare a partire dalla prima liquidazione iva successiva al mese in cui è registrata la fattura di acquisto o adattamento del registratore di cassa. Il contributo del 50% sarà riconosciuto entro i seguenti limiti:

 

  • fino a un massimo di 250 euro in casi di acquisto;
  • fino a un massimo di 50 euro in casi di adattamento.

 

a condizione che il commerciante paghi la fattura esclusivamente con mezzi tracciabili , non si avrà diritto al bonus nel caso di pagamento in denaro contante.

Anche per quanto riguarda i commercianti su aree pubbliche (venditori ambulanti) sono stati chiariti i soggetti che sono tenuti alla trasmissione telemaiìtica dei corrispettivi e quelli esclusi, almeno per il momento

 

Per avere informazioni  più dettagliate in merito si prega di contattare il vostro Consulente Confesercenti di riferimento che sarà a vostra disposizione per chiarire ogni dubbio